sabato 17 maggio 2014

Il disagio psicologico dei figli di separati


Il disagio psicologico dei figli di genitori separati rientra nelle tematiche maggiormente richieste da chi si rivolge a uno psicologo. conflitti tra i genitori creando un clima familiare teso, potrebbero provocare seri problemi nello sviluppo psicofisico e comportamentale dei figli.
Il figlio di genitori separati si trova a dover imparare a gestire una situazione nuova, molto impegnativa ed è importante che soprattutto in certe situazioni ci sia l’aiuto di una figura professionale competente e preparata a supportare la nuova organizzazione della famiglia e personale. 
Ogni situazione è “a sé”, è impossibile fare generalizzazioni, ma senza dubbio la nuova riorganizzazione del nucleo porta un importante stress sia ai genitori, che ai figli, soprattutto nel primo periodo. Per evitare, quindi, l’insorgenza e lo stabilizzarsi di determinati disagi, sarebbe opportuno e consigliato dare una spiegazione chiara e plausibile della rottura familiare facendo capire loro che pur non vivendo con entrambi i genitori questi non smetteranno mai di prendersi cura di loro. Ciò potrebbe alleviare i sensi di colpa insiti nei figli in quanto essi stessi potrebbero non sentirsi più responsabili della separazioneLe problematiche maggiori solitamente si riscontran. o nei primi due anni dalla separazione. Disagi tipo depressione, ansia, tendenza all’isolamento e soprattutto timore delle relazioni affettive possono instaurarsi nei figli delle coppie separate, che possono a lungo termine dare origine a difficoltà nella stabilizzazione delle relazioni affettive, problemi relazionali, sessuali, tendenza a somatizzare varie forme di disagi ed è molto importante che queste tendenze vengano affrontate ed arginate immediatamente. Indubbiamente le difficoltà del figlio sono anche dipendenti dalla sua organizzazione di personalità e dalle modalità comunicative della coppia e dei genitori con il figlio. Vedere che la coppia genitoriale riesce a gestire civilmente la nuova organizzazione è fondamentale per il benessere del figlio, quindi è molto importante la capacità di risolvere i conflitti in maniera costruttiva e senza gettare fango sull’altro genitore, cosa che si verifica spesso nella maggior parte delle coppie. Spesso il figlio, soprattutto se piccolo, viene utilizzato in modo strumentale: vengono chieste a lui le cose che si vorrebbe sapere dal compagno, viene strumentalizzato allo scopo di fare un dispetto al partner richiedendone la custodia e l’affidamento in specifici momenti che a volte, purtroppo, sono calcolati e cercati non per il benessere del figlio, ma per una lotta con il partner.

Nessun commento:

Posta un commento