mercoledì 2 aprile 2014

Il disagio dei padri single

Tantissime coppie con figli interrompono le loro relazioni e in queste nuove organizzazioni delle dinamiche familiari deve essere data molta attenzione al benessere dei figli, oggetto di molti studi e percorsi psicologici per evitare somatizzazioni di sofferenze e lo sviluppo di disturbi di tipo psicologico di varie forme e intensità. 
Oggetto di interesse sono spesso le madri, solo di recente l’interesse psicologico si è spostato anche sugli studi di disagi nei padri di famiglie separate i quali vengono definiti i “nuovi poveri”, considerati senza nessun diritto, perché l’abitazione è assegnata alla donna e l’uomo la deve abbandonare entro trenta giorni. 
Deve pagare gli alimenti al figlio e in alcuni casi anche all’ex moglie pur essendo economicamente indipendente. E le difficoltà non si limitano a quelle economiche. Sul piano psicologico, invece, la persona separata si sente ai margini in quanto l’immaginazione collettiva considera queste persone come se fossero meno competenti sia a livello professionale che relazionale. Ricorrere all’aiuto di uno psicologo in questi casi diviene di fondamentale importanza poiché la separazione è considerata un evento altamente stressante e dovrebbe essere data possibilità a tutti di affrontarla nella maniera meno difficile.

Nessun commento:

Posta un commento