sabato 29 marzo 2014

Gli attacchi di panico


Tutti noi abbiamo sentito parlare degli attacchi di panico, disturbi significativi che rientrano nelle patologie d’ansia..sono tantissime le persone che ne soffrono o ne hanno sofferto. Consistono in momenti di intensità molto forte nei quali si hanno sintomi importanti come sudorazione fredda, forte paura, tachicardia e impressione di faticare a respirare, che insorgono apparentemente senza cause quando meno ci si aspetta e che per questo, per la loro mancanza di prevedibilità spaventano molto le persone che li hanno avuti e causano un aumento dello stress, comportando una menomazione nel funzionamento lavorativo, familiare e sociale.
Spesso chi soffre di questo disturbo ha bisogno di avere sempre accanto un familiare o un amico che lo rassicuri. Le persone che hanno probabilità più grande di manifestare attacchi di panico sono soprattutto le persone che sono abituate a trattenere il pianto e le loro emozioni, che rimaste dentro diventano energia in eccesso che si accumula. E nel momento che queste energie represse superano il limite, scatta l’attacco di panico. Come qualcosa che emerge, e viene tirato fuori somatizzando un dolore presente.

Una delle tecniche che potrebbero essere di aiuto consiste nell’attività fisica che permette all’organismo di scaricarsi e conferisce autostima e serenità. Come per tutti i disturbi d’ansia, vietati i rimedi fai da te o le terapie con psicofarmaci autosomministrati, che potrebbero avere se assunti in modo sbagliato, effetti anche dannosi.

Nessun commento:

Posta un commento