sabato 9 novembre 2013

Una storiella umoristica sulle pappe dei bambini

Foto di Anne Geddes   

Il primogenito mangia ogni 2 ore, giorno e notte. Tra un pasto e l'altro talvolta dorme, ma siete talmente in ansia che non si ingozzi con il vomito che vi alzate comunqe ogni cinque minuti per vedere se respira. Il tempo di reazione a un suo pianto è di 6 secondi netti. Quando cresce resta a dormire nel lettone con la mamma o col papà, o con entrambi, e si fa leggere un minimo di 8 favole per sera.
Il secondo mangia ogni 4 ore, la notte anche 6, e tra un pasto e l'altro dorme come un tonno, eppure ogni volta che si sveglia si becca un biiiiip...
Il tempo di reazione al suo pianto va dai 3 ai 15 minuti, ai quali va
aggiunto il tempo per trovare la culla dispersa per la casa (cosa che
ricorda molto la caccia al cellulare).
Quando cresce va a dormire nella stanza con il primogenito, che gli racconta quel cavolo che gli pare.
Il terzo mangia quando può e dorme nella stanza con i primi due, che gli raccontano le loro avventure sessuali.
Dal quarto in poi dormono direttamente in discoteca.


liberamente tratto dal web

Nessun commento:

Posta un commento